Blog Widget by LinkWithin

Consigli su come usare al meglio la lavastoviglie evitando gli sprechi

15 settembre 2009


Penso che sia una grande fortuna vivere nel ventesimo secolo poichè la tecnologia ha fatto passi da gigante e ci ha regalato tante comodità per la nostra casa , una di queste a mio avviso è la Lavastoviglie.
Se questo elettrodomestico non si usa con accortezza e nel modo più corretto , può comportare notevoli consumi di elettricità ed acqua, anche per assicurarle una lunga durata attraverso una corretta manutenzione. Ecco una piccola guida scovata sul web.

Come scegliere il modello più adatto alle nostre esigenze?

Il modello va scelto in base al numero di componenti e alle abitudine della famiglia, ad esempio la frequenza dei pasti consumati a casa e i pranzi e cene con molti invitati. Per capire meglio come sceglierla in base alle nostre esigenze, ecco le caratteristiche di una lavastoviglie:

Spero che questi consigli vi possano essere utili :-)



BUONE PULIZIE A TUTTI


Tipo: indica se la lavastoviglie è a libera installazione o da incasso.
Coperti: si intendono tutte le stoviglie, bicchieri, piatti e posate, necessari per apparecchiare un posto tavola.
Programmi: i programmi che presentano le lavastoviglie sono vari. Si differenziano per durata, temperature e azione degli irroratori. Le lavastoviglie più recenti possono averne anche 10.
Consumo energia: si intende l'energia, espressa in kW, consumata per un ciclo normale.
Consumo acqua: si riferisce ai litri necessari per un ciclo normale.
Classe efficienza energetica: è riportata sull'etichetta energetica, che accompagna per legge tutte le lavastoviglie. Le lavastoviglie di classe A hanno i consumi energetici più bassi.

Un 'altra cosa importante da fare è un elenco di quelle stoviglie che vanno lavate sempre a mano.

Stoviglie da lavare a mano :

- il servizio di porcellana decorata a mano;
- il servizio da tè in legno laccato e dorato;
- le posate con manico di corno, osso o legno;
- i bicchieri delicati;
- la teiera, il cui fondo va sempre solo risciacquato;
- gli utensili di legno come il tagliere;
- gli oggetti di plastica sensibile al calore;
- i vetri con bordo in oro o altri metalli;
- le brocche e i bicchieri termici;
- i metalli laccati e le stoviglie in ferro.


Come lavare le stoviglie con la Lavastoviglie

Per ottenere un buon risultato, piatti e stoviglie vanno ripuliti da eventuali residui di cibo, prima di introdurli nella lavastoviglie, per non intasare il filtro.
La sequenza ideale per lavarli è questa: bicchieri, posate, piatti, pentole e tegami. Tazze, scodelle e bicchieri vanno sistemati con il bordo rivolto in basso, in modo che non si riempiano d’acqua.
Le posate d’argento, che sarebbe comunque preferibile lavare a mano, vanno sistemate lontano da quelle in acciaio inox, per non macchiarle. Non bisogna sovrapporre i pezzi tra loro, in modo che si coprano, impedendo la pulizia completa di ciascuno, e bisogna tenere i recipienti di plastica lontano dalle resistenze.

Alcuni consigli per ridurre i consumi energetici

Le lavastoviglie, come gli altri elettrodomestici, sono di solito accompagnate da un'etichetta energetica che indica i dati riguardanti i consumi medi, per ogni ciclo di lavaggio, dell' energia elettrica e dell' acqua. Considerando i parametri sopraccitati (efficienza energetica) compresi il lavaggio e l'asciugatura è possibile identificare le classi di efficienza.
-Le classi sono contraddistinte da una lettera alfabetica, dalla
A alla F. Se si vuole acquistare una lavastoviglie bisogna quindi tener ben presente che la lettera A indica i consumi più bassi , la F quelli più elevati.
-Per capire meglio il concetto delle classi possiamo stimare che le lavastoviglie di classe A, da 12 coperti consumano in un ciclo normale (a 50 °C - 60 °C),
circa 1 kWh e 13-14 litri di acqua.

Inoltre prima di lavarle è sempre preferibile lasciare le stoviglie in ammollo, in modo da ridurre il consumo di detersivo ed eseguire il lavaggio a basse temperature. E’ sempre meglio mettere in funzione l’elettrodomestico a pieno carico, differenziando le stoviglie più delicate da quelle più resistenti a detersivi più aggressivi e ad alte temperature. Per risparmiare energia è opportuno mettere in funzione l’elettrodomestico nelle ore notturne, perché non c’è sovraccarico di consumo, ma solo se non ci sono problemi di rumorosità.Usando acqua meno dura ci sarà bisogno di una minore quantità di detersivo, brillantante e sale.Va scelto poi un sistema filtrante efficace che consenta di riutilizzare l’acqua in circolo, riducendone il consumo.

Diversi cicli di lavaggio di cui dispone una Lavastoviglie

Per l’acquisto è opportuno orientarsi su modelli con cicli differenziati in modo da scegliere di volta in volta il programma adeguato.
  • Il ciclo di ammollo si esegue quando la lavastoviglie non è a pieno carico, per eliminare i residui di cibo, ed evitare che le stoviglie si incrostino, in attesa di quelle del pasto successivo e del lavaggio definitivo.
  • Il ciclo breve va utilizzato in presenza di piatti poco sporchi, riducendo i tempi e quindi consumando meno acqua ed energia.
  • Il ciclo di lavaggio vero e proprio comprende diversi programmi da impostare a seconda delle necessità: prelavaggio, lavaggio, risciacquo freddo o caldo, asciugatura.
  • Il ciclo economico si utilizza con stoviglie poco sporche e permette di risparmiare riducendo le temperature.
  • Il ciclo energico va usato solo per le stoviglie più sporche perché comprende il prelavaggio e il lavaggio a temperature intorno ai 70°.
  • Il ciclo bio è studiato per i detersivi ecologici, senza fosfati e a base di enzimi completamente biodegradabili: con una temperatura di 50° si ottengono gli stessi risultati di un ciclo a 65°.
  • Il ciclo di asciugatura è meglio escluderlo, preferendo aprire lo sportello per far asciugare le stoviglie.
Lavastoviglie di ultima generazione

Le lavastoviglie di ultima generazione, così come le lavatrici, sono dotate della funzione :

  • Fuzzy logic che permette di autoprogrammarsi e stabilire il tipo di ciclo, quantità e temperatura dell’acqua in base alla quantità delle stoviglie, al tipo e al grado di sporco.

  • Il dispositivo delay timer, invece, permette di posticipare il momento di messa in funzione a un’ora prefissata, dopo aver programmato lo svolgimento del ciclo.

Manutenzione della Lavastoviglie

Per far durare a lungo l’elettrodomestico bisogna stare attenti alla sua manutenzione e alle elementari regole di sicurezza. L’impianto elettrico deve avere la messa a terra e una potenza di almeno 3 kW/h. Bisogna poi seguire alcuni accorgimenti:



- mai usare adattatori per la spina;
- quando non si usa per molto tempo, staccare la spina, chiudere l’acqua e lasciare lo sportello socchiuso;
- controllare che il tubo di scarico non risulti compresso in qualche punto;
- pulire il filtro frequentemente, controllandolo ogni 4-5 lavaggi;
- prevenire la formazione di calcare aggiungendo ad ogni lavaggio un cucchiaino di bicarbonato nel cassetto del detersivo e un cucchiaio di aceto per eliminare i depositi;
- tenere puliti gli ugelli degli spruzzatori.

Le lavastoviglie sono dotate di una serie di utili accessori:

  • Il decalcificatore, ad esempio, è un dispositivo che serve ad evitare la formazione di calcare, e quindi di macchie sui piatti. L’acqua viene fatta passare attraverso un contenitore di resine sintetiche che si rigenerano con il sale.

  • Il filtro autopulente, durante il funzionamento, viene colpito sulla superficie da due spruzzi tangenziali che ne convogliano le impurità in un filtro deposito, assicurandone l’efficienza.
  • Con il mulinello reversibile è possibile invertire l’uscita dell’acqua dal mulinello superiore verso il basso, concentrando la potenza di lavaggio solo sul cestello inferiore.

  • Il dispositivo Acquastop serve per bloccare l’entrata dell’acqua anche in caso di una minima perdita. Di solito viene montato sul tubo di carico.

In alcuni casi riunisce diversi dispositivi di sicurezza: antitrabocco meccanico, antiallagamento, tubi di carico di sicurezza.

Il sistema antitrabocco apre automaticamente lo scarico quando il livello dell’acqua raggiunge il limite di sicurezza.
Il sistema antiallagamento funziona quando un sensore rileva l’afflusso di acqua in vasca e questo viene arrestato tramite una valvola che funziona anche in caso di mancanza di corrente elettrica.
E’ poi presente una speciale guaina di protezione del tubo di alimentazione con un dispositivo di controllo che, in caso di perdite, chiude il rubinetto e blocca l’erogazione di acqua.

4 commenti:

Lettori fissi

Etichette

Concorsi e Promozioni Concorsi Online Curiosità curiosità idee regalo gli Spot e la TV I Prodotti per la casa Concorsi Iper e supermercati Prodotti e novità da tutto il mondo Ammorbidenti Detergenti Piatti Detersivi Lavatrice consigli per il bucato Casa e Cromoterapia Detergenti Pavimenti I miei Premi Detersivi Ecologici Dixan Ultime Novità Prodotti Bagno Dash Ecodosi Detergenti per Lavatrici Prodotti dell'anno nelsen Curiosità fai da te Prodotti per la polvere Profumatori D'Ambiente Estratti di Profumo Brucia Essenze Casa e Tecnologia Consigliati dagli Amici di CasaSplendente Iniziative solidali Zanzare Insetticida repellenti diffusori elettrici piastrine candele alla citronella Iniziative e Promozioni Profumatori per la casa richiedere campioni omaggio Accessori Bagno Anticalcare Candeggina Curiosità Idee per gli amici animali Dixan Gel Piatti Panni Prodotti Presidio Medico Chirurgico Prodotti dell'anno 2011 Sgrassatori Smacchiatori ace candeggina lavatrice oggetti per la casa prodotti vetri Ampi Pur Bagno Turco Blog Compleanno Buon 2010 Buon Ferragosto Buon Natale Buona Pasqua Buona Epifania Carnevale Casa e normative Casasplendente Chi Sono Come Rendere Brillanti e Puliti i vasi in vetro Come coltivare con Power Plant le erbe aromatiche ealtro sul davanzale della propria finestra Come costruire un "Piega Abiti Facile" Come eliminare gli odori sgradevoli dai Taglieri Come lucidare i metalli con metodi naturali Come realizzare uno Spray antimuffa Ecologico fatto in casa Come rimuovere dalle pentole i segni di bruciatura Concorsi OnlineAmpi Pur Consigli su come pulire e conservare gli attrezzi delle pulizie Deodoranti per la casa Detergente universale fai da te Detergenti per superfici in Acciaio Dixan super concentrato Dmail Doccia Idromassaggio Epifania befana Etichette Prodotti Pericolosi Fairy Ferri da Stiro Festa della mamma Festa delle Palme Festa delle donne Guida ai detersivi fai da te : Casa Pulita con l'Aceto Happy Halloween Henkel IKEA Lavare le scarpe sportive Liabel Mastrolindo Michael Jackson :Trailer This is It Michael Jackson Musica Pulizie Natale Oroscopo della Casalinga Pagliette Pallina Dosatrice per il Bucato Pril Pulire con il Bicarbonato Pulire gli oggetti in Rame Sapone Detergente per la pulizia del Legno Sicurezza in Casa Spray Multiuso Spugne Swiffer Twilight Trailer Viakal Video divertenti Vincitori Concorsi a Premi abbigliamento donna accessori vasca da bagno ace detersivo acqua dura antitarme asciugoni regina ballerina bialetti bio presto bref caffè calcare calvizie chiacchiere coccolino conad cucinare dash detersivo lavatrice doccia doccie dolci eliminare i cattivi odori dalle mani epilatore estate extension french lace general gli Spot e la TV grey iphone kit piatti lace lampade da tavolo lube media world nuova zelanda omino bianco paneangeli parrucche donna parrucche sintetiche parucche remy indiani pellicola capelli uomo philips protesi protesi totali uomo pulire i marmi pulire il bagno rinfoltimento non chirurgico sbiancare il bucato scovino sephora sgrassatore simboli lavaggio smac smacchiare sole lavatrice spazzola piatti swiss lace tappeti per la casa tavolino balcone vacanze vanish vetril vileda vileda magical vim wc net www.hairimport.it


VideoPlaylist
I made this video playlist at myflashfetish.com

  © Blogger template Cumulus by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP